L’ora della fedeltà ultima

Giovanna d’Arco, dopo il suo rinnegamento, gridando un’ultima volta dinanzi al rogo: «Le mie voci erano di Dio, le mie voci non mi hanno ingannata.» – Povera bambina, ebbra del suo Dio, della sua missione e della sua gloria, poi straziata, abbandonata come Gesù nel Getsemani in un deserto senza miraggi, che grida ancora la sua fede disperata in un cielo senza promesse. È nell’ora della fedeltà ultima, nell’ora in cui i battiti del nostro cuore e i fumi della nostra immaginazione non si confondono più con l’appello divino che le nostre voci non ci ingannano più. La verità è al termine, non al principio della vocazione…

(Gustave Thibon, Le voile et le masque,  Fayard, Paris 1985, pp. 21-22)

2 commenti su “L’ora della fedeltà ultima

  1. 61Angeloextralarge scrive:

    Grazie Andreas! Smack! :-D
    “Non mi ero ingannata”: che bello poter dire questo!

  2. filia ecclesiae scrive:

    Pregare per la buona morte, come dice la Chiesa.
    Spesso prego che le mie ultime parole potino il nome di Cristo e Maria.
    Speriamo…
    Bisogna dare una spinta per quanto riguarda Thibon, ma non ho la minima idea come si possa fare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...