Le Beatitudini (San Tommaso Moro)

Beati quelli che sanno ridere di se stessi,
perché non finiranno mai di divertirsi.
Beati quelli che sanno distinguere una montagna da un ciottolo,
perché eviteranno molti fastidi.
Beati quelli che sanno riposare e dormire senza trovare scuse:
diventeranno saggi.
Beati quelli che sanno ascoltare e tacere:
impareranno cose nuove.
Beati quelli che sono abbastanza intelligenti per non prendersi sul serio:
saranno apprezzati dai loro vicini.
Beati quelli che sono attenti alle esigenze degli altri, senza sentirsi indispensabili:
saranno dispensatori di gioia.
Beati sarete voi se saprete guardare seriamente le cose piccole e tranquillamente le cose importanti:
andrete lontano nella vita.
Beati voi se saprete apprezzare un sorriso e dimenticare uno sgarbo:
il vostro cammino sarà pieno di sole.
Beati voi se saprete interpretare sempre con benevolenza gli atteggiamenti degli altri, anche contro le apparenze:
sarete presi per ingenui, ma questo è il prezzo della Carità.
Beati quelli che pensano prima di agire e che pregano prima di pensare:
eviteranno tante stupidaggini.
Beati soprattutto voi che saprete riconoscere il Signore in tutti coloro che vi incontrano:
avrete trovato la vera luce e la vera sapienza.

San Tommaso Moro

Ecco il modo nel quale questo grande santo riuscì a spiegare ai ragazzi il significato delle Beatitudini, attingendo alla loro vita quotidiana. I doni di Dio non solo li abbiamo per restituirglieli, ma anche con i frutti. :)
Vedi la parabola sui “talenti”.

Categorie: Saggezza | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “Le Beatitudini (San Tommaso Moro)

  1. 61Angeloextralarge

    E se cominciassimo a viverle, magari una alla volta? Che effusione di Spirito Santo ci sarebbe! :-D

    • Me lo stampo e lo appiccico vicino alla scrivania.
      Hai ragione, e questa Quaresima potrebbe anche diventare occasione per incominciare seriamente a diventare santi. :)
      Ohibò! O_O

  2. E’ un ottimo articolo.
    San Tommaso Moro fu un vero santo quando era in vita e loè ancorad più ora.
    Invito tutti a leggere il commento sul mio blog, http://italiaemondo.blogspot.com/2012/03/san-tommaso-moro-lesempio-perfetto-del.html.
    Cordiali saluti.

  3. Grazie, Antonio!
    Ho scritto un commento sul tuo bell’articolo nel tuo blog, ma non me l’ha accettato entrando con Word Press.
    Complimenti per l’analisi e anche per il tuo blog.
    Karin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: