Implosione e trasfusione

Stupefacente pagina di Balzac. — «La verginità, come tutte le cose prodigiose, possiede ricchezze sue particolari, grandezze esclusive. La vita, le cui energie sono state economizzate, ha assunto, nell’individuo vergine, qualità incalcolabili di resistenza e di durata. Il cervello si è arricchito nell’insieme delle sue facoltà tenute in serbo. Quando le persone caste hanno bisogno del loro corpo o della loro anima, quando ricorrono all’azione o al pensiero, trovano allora dell’acciaio nei loro muscoli o una scienza infusa nella loro intelligenza. […] Sotto questo aspetto, la vergine Maria, considerandola per un momento solo come un simbolo, cancella con la sua grandezza tutti i modelli indù, egiziani o greci. La Verginità, madre della grandi cose, magna parens rerum, tiene nelle sue bianche mani la chiave dei mondi superiori. Insomma, questa grandiosa e terribile eccezione merita tutti gli onori che le sono attribuiti dalla Chiesa cattolica… ».
Oggi prospera il mito opposto: quello della liberazione per mezzo dell’attività sessuale… Sondare l’equivoco contenuto nella parola liberazione e i suoi rapporti negativi con la vera libertà… Questa ha bisogno di poggiare su delle riserve: forze troppo «liberate» s’annientano in funzione stessa della loro esplosione. Che resta d’un frammento di dinamite dopo l’impiego? La castità è implosiva. Ora, noi viviamo, in tutti gli ambiti, sotto il segno contrario: quello dell’esplosione, del movimento centrifugo, in tal modo che più l’uomo si libera dalle regole, dalle discipline e dai sacrifici imposti dalle morali e dalle religioni, tanto più si allontana dal suo centro — dove risiede l’origine della sua libertà. Al termine di questa evoluzione regressiva l’uomo, affrancatosi da ogni forma, avrà perso ogni sostanza… (C. XLVI. — 16.5.74)

(Gustave Thibon, Parodies et mirages ou la décadence d’un monde chrétien. Notes inédites (1935-1978), Éditions du Rocher, Monaco 2011, pp. 90-91)

Pudore ed offerta. — Il vero dono di sé non abolisce il pudore, lo dilata. Non divulgazione, ma trasfusione di un segreto. L’apertura è interiore: le anime si toccano col fondo comune della loro solitudine; si rivelano l’una all’altra attraverso Dio, come due alberi intrecciano le loro radici dentro la terra.

(Gustave Thibon, L’uomo maschera di Dio, SEI, Torino 1971, p. 107)

Categorie: In Cristo Re e Maria Santissima, Thiboniana | 19 commenti

Navigazione articolo

19 pensieri su “Implosione e trasfusione

  1. Balzac? Tutto il primo pezzo raccolto da Thibon? O_O
    Come dice il Vangelo: “Tenete il bene e buttate via il resto” liberamente citato.

    Ma è davvero un testo poetico, oltre che vero.

    • Andreas Hofer

      Sì, è tratto da “La cousine Bette” (“La cugina Bette” in italiano). Thibon ha raccontato d’essere stato nutrito di poesia e letteratura fin dall’infanzia dal padre. E ha saputo farne buon uso, come in questo caso… ;-)

  2. Essere tu amico, jaaa! ;)

    • Andreas Hofer

      Ganz sicher! Sennò a che servono gli amici? ;-)

      • Vero, anche se faresti la strudellata più grande di questo mondo, starei dalla tua parte e la farei anch’io.
        Eccetto:
        *non mi fidanzerei o sposerei una ragazza.:P
        *non abbandonerei la Chiesa

        Per il resto si può discutere. :D

        • Andreas Hofer

          Ci vorrebbe Angela (ci manchi!), ma in sua mancanza uno smack non te lo leva nessuno! :-)
          Cercherò allora di non fare troppe strudellate, anche se è quasi impossibile, eehehehh! E quelle due sono escluse a priori! ;-)

  3. :P
    Buona serata, caro amico!
    Si, Angela manca davvero. :)

    • Andreas Hofer

      Anche a te, carissima!

      Meglio che torni in fretta, Angela! Perché altrimenti per consolarmi faccio sì strudellate colossali. Ad esempio oggi ho ceduto alla tentazione e mi sono comprato il dialogo Marino-Martini… Roba per stomaci forti…

      • Sei una persona seria e ti ammiro per questo.
        Pregherò per te, non sarà una lettura esaltante immagino.
        Ma almeno dopo sappiamo cosa hanno detto esattamente.
        Buon appetito O_O :(

        :D

        • Andreas Hofer

          Diciamo che voglio “toccare con mano”…. Guarda, è impressionante quel che riesce a dire Martini sull’eutanasia. Si contraddice platealmente… Penso che farà rumore quel passaggio…

  4. Temo che faccia anche danni per quanto ho sentito.
    Ma aspetto una tua recensione…dovunque la farai. :)

    • Andreas Hofer

      Stavo abbozzando qualcosa, ma ho deciso di lasciar perdere… Meglio che sia chi è più titolato a dire certe cose… La mia impressione, fortissima, è che Martini stia come contrattando una resa. Come se dicesse: “Abbiamo perso, il nuovo Cesare ha vinto. Cerchiamo di limitare i danni. Che almeno ci lascino vivere, ci lascino almeno la nostra “sezione di rito” cattolico”. È una fede incapace di rendere ragione della speranza che è in lei. Questo mi colpisce. E mi fa capire una volta di più che questa è una strada impraticabile. Perché le manca una virtù senza la quale la fede è disumana: il coraggio.

      • Per dirla con franchezza: una fede basata sull’uomo, una fede che diventa ideologia.
        Manca Cristo, manca l’onnipotenza di Dio, Re e Signore.

        Le debolezze umane, questi momenti nei quali ci manca il coraggio, fanno parte di noi.
        Ma è impensabile che diventino la base del nostro vivere da cattolici.
        Urge la preghiera per il Cardinal Martini, urge davvero.

      • Andreas Hofer

        Sì, per lui preghiere. Ma le preghiere non possono forgiare un carattere. Dobbiamo davvero tornare a essere uomini, altrimenti ci spezzeremo tutti quanti di fronte al primo vento. Una volta mi sarei infuriato per una senttimana a leggere certe affermazioni. Ora provo anche una gran pena, perché chi si fa dominare dalla paura ha già perso.

  5. Per lui bisogna pregare perché è malato e ha la sua età e anche per la confusione che creato.

    A noi tocca essere strumento di Dio per diffondere la dottrina della Chiesa e pregare per sacerdoti santi, vescovi santi, un clero santo. Pena e tristezza, le provo anch’io.

    E qualcosina di diverso. :(

  6. 61Angeloextralarge

    Wohw! Smack… smack….smack! Ve li meritate proprio! Il fatto è che adesso sto copiando e stampando i post persi, quindi me li voglio godere fino in fondo, strudellate comprese! ;-D
    Certo che non vi si può lasciare un attimo che fate di quelle robe! molto interessanti questi post!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: