Il santissimo nome di MARIA

Santíssimo nome de MariaLa festa del Santissimo nome di Maria fu concessa da Roma, nel 1513, ad una diocesi spagnola: Cuenca.

Soppressa dal Pontefice S. Pio V (Antonio Michele Ghislieri, 1566-1572), fu ripristinata da Pp Sisto V (Felice Peretti, 1585-1590) e poi estesa nel 1671 al Regno di Napoli e a Milano.

Il 12 settembre 1683, avendo Giovanni Sobieski, con i suoi polacchi, vinto i Turchi che assediavano Vienna e minacciavano la cristianità, il Beato Innocenzo XI (Benedetto Odescalchi, 1676-1689), in rendimento di grazie, estese la festa alla Chiesa Universale e la fissò alla domenica fra l’ottava della Natività.

San Pio X (Giuseppe Sarto, 1903-1914) la riportò al 12 settembre.

A Roma c’è una Chiesa dedicata al “Santissimo Nome di Maria”, costruita nel XVIII secolo,  che si trova presso il Foro Traiano, nel rione Trevi : il culto fu instaurato da Giuseppe Bianchi, già nel 1685, nella chiesa di S. Stefano del Cacco a Roma nel rione Pigna, per poi essere confermato dalla fondazione della “Congregazione del Santissimo Nome di Maria”, approvata formalmente nel 1688.

Nel 1694 la congregazione si trasferì alla chiesa di S. Bernardo a Colonna Traiani, una piccola chiesa edificata su una costruzione del XV sec. appartenuta alla compagnia di S. Bernardo di Chiaravalle, nei pressi della Colonna Traiana. In seguito venne acquistato il terreno adiacente in previsione della costruzione, che avvenne tra il 1736 ed il 1751 ad opera dell’architetto francese Antoine Derizet.

L’interno della Chiesa è ellittico. Vi sono sette piccole cappelle, decorate in marmo policromo.

S. Paolo della Croce diceva : “Nei bisogni gettatevi nelle braccia di Maria Santissima, ricorrete a Lei come a una Madre misericordiosa, poi non vi inquietate, non vi perdete d’animo, ma fidatevi di Lei.”

La Chiesa consacra questo giorno (12 settembre) ad onorare il santo Nome di Maria per insegnarci attraverso la Liturgia evivamaria l’insegnamento dei santi, tutto quello che questo Nome contiene per noi di ricchezze spirituali, perché, come quello di Gesù, lo abbiamo sulle labbra e nel cuore.

Oltre sessantasette interpretazioni diverse sono state date al nome di Maria secondo che fu considerato di origine egiziana, siriaca, ebraica o ancora nome semplice o composto.  Ricordiamo le quattro principali. “Il nome di Maria, dice sant’Alberto Magno, ha quattro significati: illuminatrice, stella del mare, mare amaro, signora o padrona.

Illuminatrice 

È la Vergine Immacolata che l’ombra del peccato non offuscò giammai; è la donna vestita di sole; è “Colei la cui vita gloriosa ha illustrato tutte le Chiese” (Liturgia); è infine Colei, che ha dato al mondo la vera luce, la luce di vita.

Stella del mare

La liturgia la saluta così nell’inno, così poetico e popolare, Ave maris stella e ancora nell’Antifona dell’Avvento e del tempo di Natale: Alma Redemptoris Mater. Sappiamo che la stella del mare è la stella polare, che è la stella più brillante, più alta e ultima di quelle che formano l’Orsa Minore, vicinissima al polo fino a sembrare immobile e per questo fatto è di molta utilità per orientarsi e aiuta il navigante a dirigersi, quando non possiede la bussola.

Così Maria, fra le creature, è la più alta in dignità, la più bella, la più vicina a Dio, invariabile nel suo amore e nella sua purezza, è per noi esempio di tutte le virtù, illumina la nostra vita e ci insegna la via per uscire dalle tenebre e giungere a Dio, che è la vera luce.

Mare amaro

Maria lo è nel senso che, nella sua materna bontà, rende amari per noi i piaceri della terra, che tentano di ingannarci e di farci dimenticare il vero ed unico bene; lo è ancora nel senso che durante la Passione del Figlio il suo cuore fu trapassato dalla spada del dolore. È mare, perché, come il mare è inesauribile, è inesauribile la bontà e generosità di Maria per tutti i suoi figli. Le gocce d’acqua del mare non possono essere contate se non dalla scienza infinita di Dio e noi possiamo appena sospettare la somma immensa di grazie che Dio ha deposto nell’anima benedetta di Maria, dal momento dell’Immacolato Concepimento alla gloriosa Assunzione in cielo.
Signora o padrona

Maria è veramente, secondo il titolo datole in Francia, Nostra Signora. Signora vuoi dire Regina, Sovrana. Regina è veramente Maria, perché la più santa di tutte le creature, la Madre di Colui, che è Re per titolo di Creazione, Incarnazione e Redenzione; perché, associata al Redentore in tutti i suoi misteri, gli è gloriosamente unita in cielo in corpo e anima e, eternamente beata, intercede continuamente per noi, applicando alle nostre anime i meriti da lei acquistati davanti a Lui e le grazie delle quali è fatta mediatrice e dispensiera.

Fonte principale: Il santissimo nome di Maria

“Concedimi di lodarti, o Vergine santissima, con il mio impegno e sacrificio personale. Concedimi di vivere, lavorare, soffrire, consumarmi e morire per Te, solamente per Te. Concedimi di condurre a Te il mondo intero. Concedimi di contribuire ad una sempre maggiore esaltazione di Te, alla più grande esaltazione possibile di Te. Concedimi di renderti una tale gloria che nessuno mai Ti ha tributato finora.

Concedi ad altri di superarmi nello zelo per la tua esaltazione, e a me di superare loro, così che in una nobile emulazione la tua gloria si accresca sempre più profondamente, sempre più rapidamente, sempre più intensamente, come desidera Colui che Ti ha innalzata in modo così ineffabile al di sopra di tutti gli esseri”.

(S. Massimiliano M. Kolbe)

Chiunque tu sia che hai l’impressione di essere sballottato nei flutti di questo mondo tra burrasche e tempeste, invece di camminare per terra, non distogliere lo sguardo dallo splendore di questa Stella, se non vuoi essere travolto dalle tempeste!
Se insorgono i venti delle tentazioni, se t’imbatti negli scogli delle tribolazioni, guarda la Stella, invoca Maria! Se sei assalito dalle ondate della superbia, dell’ambizione, della calunnia, della gelosia, guarda la Stella, chiama Maria! Se l’ira o l’avarizia o le lusinghe della carne hanno scosso la navicella della tua anima,guarda Maria! Se turbato per l’enormità dei peccati, confuso per le brutture della tua coscienza, impaurito dal rigore del giudizio, cominci ad essere risucchiato dal baratro della tristezza e dall’abisso della disperazione, pensa a Maria! Nei pericoli, nella difficoltà, nei dubbi, pensa a Maria, invoca Maria! Non si allontani dalla tua bocca, non si allontani dal tuo cuore e per ottenere l’aiuto della Sua preghiera non tralasciare di seguire l’esempio della Sua condotta di vita. SeguendoLa, non uscirai di strada, pregandoLa non dispererai, pensando a Lei non sbaglierai.  Se Lei ti sostiene non cadrai, se ti protegge, non temerai; se ti guida, non ti affaticherai; se ti sarà favorevole raggiungerai la meta; e così sperimenterai in te stesso quanto giustamente sia stato detto:

E il nome della Vergine era Maria“.
San Bernardo

 

Categorie: In Cristo Re e Maria Santissima | Tag: , , , , , , , | 8 commenti

Navigazione articolo

8 pensieri su “Il santissimo nome di MARIA

  1. 61Angeloextralarge

    :-D

  2. mariella santarelli

    Ave Maria piena di grazia il Signore con te Santissima eucarestia n oi ti adoriamo

  3. Cavaliere Galahad

    “la festa scomparve dal calendario liturgico intorno al 1970, dopo l’accurato lavoro storico compiuto dal Concilio Vaticano II. Ma sempre per un lavoro storico, è stata ricostituita nella stessa data dal Santo Pontefice (S. Giovanni Paolo II ndr.), nella editio tertia del Messale Romano, e nel martirologio romano, il 22 marzo 2002; quindi, dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 e dopo la preghiera interreligiosa per la Pace ad Assisi del gennaio 2002”. (Zenit.org)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: