La coroncina della Divina Misericordia e le promesse di Gesù

L’allieva della Scuola della Misericordia [Suor Faustina] aveva come dono da Dio una forza spirituale da gigante. Divenne l’annunciatrice, l’apostola della Divina Misericordia e il suo unico modo di vivere divenne una vita per il prossimo: “Sacrificio sarà il mio nome”. Questo legame tra il culto alla Divina Misericordia e la ferma esigenza etica dell’amore del prossimo Suor Faustina lo fece diventare realtà nella propria vita e anche in modo così eloquente che il nostro rivolgersi a lei ci indirizza e ci conduce a Gesù Misericordioso.

Cardinale Franciszek Macharski, metropolita di Cracovia Messa
di ringraziamento a San Giovanni in Laterano, il 19 aprile 1993

Le grandi iniziative di misericordia e le opere di carità create tramite la sua ispirazione non hanno esaurito tutti i contenuti che rivelano un Dio ricco di Misericordia. Tanto (Per quanto) il lavoro caritativo si riferisce princi- palmente all’aiuto nelle debolezze del corpo, quanto (tanto) la Misericordia scoperta da Santa Faustina si riferisce soprattutto alle sofferenze e alle malattie dell’anima. Santa Faustina manda un avviso alle anime paralizzate, addormentate, ferite, in agonia, cariche di disperazione oppure che si stanno avviando verso la dannazione eterna, perché non hanno sentito il calore del Cuore di Dio. Le anime hanno bisogno del sostegno degli altri perché pos- sano arrivare alla fiducia di Cristo e possano sinceramente pronunciare “Gesù, confido in Te”. La misericordia praticata dalle persone deve incorag- giare le anime minacciate alla totale fiducia in Cristo. Suor Faustina pagò la rivelazione di questa verità con una grandissima sofferenza. Le sofferenze arrivarono dalle persone a lei più vicine. Oggi non ci meravigliamo di questo, certamente riconosciamo che queste sofferenze, come per la nascita di una nuova vita, furono necessarie affinché scaturisse il rimedio per la malattia contemporanea che colpisce le persone dopo l’esperienza della prima e della seconda guerra mondiale, dopo le manifestazioni di odio satanico mostrate come esempio nei campi di sterminio e mediante altre forme di disprezzo verso l’uomo. Suor Faustina soffriva a causa del fatto che con l’ordine di Cristo non riusciva ad arrivare al mondo più vicino, alle consorelle e alla gerarchia. La sofferenza moltiplicava la sensazione della propria debolezza e della mancanza di senso pratico. Questo le causava periodicamente apatia, mancanza di fervore, stati di dubbio che aumentavano. Siccome Iddio desiderava che Suor Faustina raccontasse al mondo la sua Misericordia, la Divina Provvidenza trovò comunque il modo di manifestare pubblicamente la verità della Divina Misericordia.

Primate della Polonia, Cardinale Józef Glemp, Białystok, il 28 settembre 2008

Intervento durante la beatificazione di Michele

Il beato sacerdote Michele  Sopoćko, guida spirituale e confessore di S. Faustina Kowalska

La Coroncina alla Divina Misericordia:

(Per la recita si usa una normale corona del rosario)

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Si inizia con: il Padre Nostro, l’Ave Maria e il Credo.

Credo:

Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

Sui (5) grani maggiori del rosario si dice:

Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore Nostro, Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli di tutto il mondo.

Sui (50) grani minori del rosario si dice:

Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Alla fine si dice per tre volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

Per terminare si dice:

O Sangue ed Acqua che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in te!

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Le Promesse di Gesù Misericordioso

“Con questa coroncina otterrai qualsiasi grazia, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà.

La Mia Misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell’ora della morte le anime che reciteranno questa coroncina.

I sacerdoti la raccomandino a chi vive nel peccato come una tavola di salvezza.

Se verrà recitata accanto a un moribondo, Mi metterò fra il Padre e l’anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore Misericordioso.” 

L’ora della Misericordia

Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina nell’ora della Sua morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un’ora di grande misericordia per il mondo intero.

“In quell’ora, dice Gesù, non rifiuterò nulla all’anima che Mi prega per la Mia Passione”. 

 L’immagine di Gesù Misericordioso

“L’anima che venererà questa immagine non perirà, già su questa terra Prometto la vittoria sui suoi nemici e sarà difesa come Mia gloria nell’ora della morte.”

La Festa della Divina Misericordia

L’anima che la prima domenica dopo Pasqua si confesserà e riceverà degnamente la santa comunione, dopo aver fatto per 9 giorni, a partire dal Venerdì Santo, una novena usando la Coroncina alla Divina Misericordia, riceverà la grande grazia della remissione totale di tutte le pene e dei castighi. 

La diffusione del culto della Divina Misericordia

A tutti sono dirette due promesse, la prima riguarda la protezione materna in tutta la vita e la seconda riguarda l’ora della morte:

“Tutte le anime che adoreranno la Mia misericordia e ne diffonderanno il culto, queste anime nell’ora della morte non avranno paura, la Mia misericordia le proteggerà in quell’ultima lotta”.

Categorie: Cose da Santi..., La Divina Misericordia, Preghiere e suppliche | Tag: , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “La coroncina della Divina Misericordia e le promesse di Gesù

  1. mariella santarelli

    Ave Maria piena di grazia il signore e con te tu sei benedetta fra tutte le donne e benedetto il frutto del tuo seno Ges Santa Maria madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte gloria al Padre al figlio ed allo spirito santo

  2. Pingback: Il beato Don Michele Sopocko « filia ecclesiae - carpe gratiam

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: