L’Epifania del Signore

Cari fratelli e sorelle!

Celebriamo oggi la grande festa dell’Epifania, il mistero della Manifestazione del Signore a tutte le genti, rappresentate dai Magi, venuti dall’Oriente per adorare il Re dei Giudei (cfr Mt 2,1-2). San Matteo, che racconta l’avvenimento, sottolinea come essi arrivarono fino a Gerusalemme seguendo una stella, avvistata nel suo sorgere e interpretata quale segno della nascita del Re annunciato dai profeti, cioé del Messia. Giunti, però, a Gerusalemme, i Magi ebbero bisogno delle indicazioni dei sacerdoti e degli scribi per conoscere esattamente il luogo in cui recarsi, cioè Betlemme, la città di Davide (cfr Mt2,5-6; Mic 5,1). La stella e le Sacre Scritture furono le due luci che guidarono il cammino dei Magi, i quali ci appaiono come modelli degli autentici cercatori della verità.

Essi erano dei sapienti, che scrutavano gli astri e conoscevano la storia dei popoli. Erano uomini di scienza in un senso ampio, che osservavano il cosmo ritenendolo quasi un grande libro pieno di segni e di messaggi divini per l’uomo. Il loro sapere, pertanto, lungi dal ritenersi autosufficiente, era aperto ad ulteriori rivelazioni ed appelli divini. Infatti, non si vergognano di chiedere istruzioni ai capi religiosi dei Giudei. Avrebbero potuto dire: facciamo da soli, non abbiamo bisogno di nessuno, evitando, secondo la nostra mentalità odierna, ogni “contaminazione” tra la scienza e la Parola di Dio. Invece i Magi ascoltano le profezie e le accolgono; e, appena si rimettono in cammino verso Betlemme, vedono nuovamente la stella, quasi a conferma di una perfetta armonia tra la ricerca umana e la Verità divina, un’armonia che riempì di gioia i loro cuori di autentici sapienti (cfr Mt 2,10). Il culmine del loro itinerario di ricerca fu quando si trovarono davanti “il bambino con Maria sua madre” (Mt 2,11). Dice il Vangelo che “prostratisi lo adorarono”. Avrebbero potuto rimanere delusi, anzi, scandalizzati. Invece, da veri sapienti, sono aperti al mistero che si manifesta in maniera sorprendente; e con i loro doni simbolici dimostrano di riconoscere in Gesù il Re e il Figlio di Dio. Proprio in quel gesto si compiono gli oracoli messianici che annunciano l’omaggio delle nazioni al Dio d’Israele.

Un ultimo particolare conferma, nei Magi, l’unità tra intelligenza e fede: è il fatto che “avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese” (Mt 2,12). Sarebbe stato naturale ritornare a Gerusalemme, nel palazzo di Erode e nel Tempio, per dare risonanza alla loro scoperta. Invece, i Magi, che hanno scelto come loro sovrano il Bambino, la custodiscono nel nascondimento, secondo lo stile di Maria, o meglio, di Dio stesso e, così come erano apparsi, scompaiono nel silenzio, appagati, ma anche cambiati dall’incontro con la Verità. Avevano scoperto un nuovo volto di Dio, una nuova regalità: quella dell’amore. Ci aiuti la Vergine Maria, modello di vera sapienza, ad essere autentici ricercatori della verità di Dio, capaci di vivere sempre la profonda sintonia che c’è tra ragione e fede, scienza e rivelazione.

Papa Benedetto XVI – Angelus, 6 gennaio 2010

Fonte

Epiphanie_03

La luce che a Natale è brillata nella notte illuminando la grotta di Betlemme, dove restano in silenziosa adorazione Maria, Giuseppe ed i pastori, oggi risplende e si manifesta a tutti. L’Epifania è mistero di luce, simbolicamente indicata dalla stella che guidò il viaggio dei Magi. La vera sorgente luminosa, il “sole che sorge dall’alto” (Lc 1, 78), è però Cristo.

Nel contesto liturgico dell’Epifania si manifesta anche il mistero della Chiesa e la sua dimensione missionaria. Essa è chiamata a far risplendere nel mondo la luce di Cristo, riflettendola in se stessa come la luna riflette la luce del sole. Nella Chiesa hanno trovato compimento le antiche profezie riferite alla città santa Gerusalemme, come quella stupenda di Isaia che abbiamo ascoltato poc’anzi: “Alzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce… Cammineranno i popoli alla tua luce, i re allo splendore del tuo sorgere” (Is 60, 1-3). Questo dovranno realizzare i discepoli di Cristo: ammaestrati da Lui a vivere nello stile delle Beatitudini, dovranno attrarre, mediante la testimonianza dell’amore, tutti gli uomini a Dio: “Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli” (Mt 5, 16).

Ascoltando queste parole di Gesù, noi, membri della Chiesa, non possiamo non avvertire tutta l’insufficienza della nostra condizione umana, segnata dal peccato. La Chiesa è santa, ma formata da uomini e donne con i loro limiti e i loro errori. È Cristo, Lui solo, che donandoci lo Spirito Santo può trasformare la nostra miseria e rinnovarci costantemente. È Lui la luce delle genti, lumen gentium, che ha scelto di illuminare il mondo mediante la sua Chiesa (cfr Conc. Vat. II, Cost. Lumen gentium, 1).

“Come potrà avvenire questo?”, ci chiediamo anche noi con le parole che la Vergine rivolse all’arcangelo Gabriele. E proprio lei, la Madre di Cristo e della Chiesa, ci offre la risposta: con il suo esempio di totale disponibilità alla volontà di Dio – “fiat mihi secundum verbum tuum” (Lc 1, 38) – Ella ci insegna ad essere “epifania” del Signore, nell’apertura del cuore alla forza della grazia e nell’adesione fedele alla parola del suo Figlio, luce del mondo e traguardo finale della storia.

Tratto dall’Omelia di Sua Santità Benedetto XVI

Basilica Vaticana – Venerdì, 6 gennaio 2006

Per entrambi gli articoli:  © Copyright – Libreria Editrice Vaticana

mantegna-rois-mages-adoration.1

Categorie: Avvento - S. Natale | Tag: , , , , , , , | 18 commenti

Navigazione articolo

18 pensieri su “L’Epifania del Signore

  1. 61Angeloextralarge

    Grazie, Karin! Ottima scelta nell’autore di questo post! Smack! :-D

  2. Paola

    È il mio autore preferito. Per questo mi è piaciuto il blog.

    • Anche il mio, Paola, ed è emozionante per me notare che non è mai statico. I suoi scritti sono diventati sempre più profondi con gli anni, aggiunge dettagli scoperti attraverso lo studio, non si ferma a un sapere conquistato perché da uomo intelligente sa quanto è pericoloso stare fermi, e non si sente mai arrivato. Impressionante!

      • Paola

        A proposito di BXVI, visto il servizio del TG2?

        • Mio marito si, io non ci sono riuscita.
          Se non ricordo male mi ha detto che alcuni dettagli erano molto belli, mentre certi interventi erano perfidi. Racconta, Paola, com’era?

          • Paola

            Bé, all’inizio sembrava un documentario Egidio più che sul Papa: hanno trasmesso un filmato sulla recente visita alla casa per anziani, c’era anche il ministro Riccardi. I commenti giornalistici erano abbastanza obiettivi, e non hanno rimarcato troppo il solito “confronto” con GPII. Poi c’è stata una lunga intervista a E. Bianchi, che ha sottolineato l’atteggiamento “inclusivo” e cioè cattolico universale di BXVI. Insomma, ha evidenziato ciò che maggiormente é nelle sue corde, ma l’ho trovato abbastanza affettuoso e positivo, non polemico.
            Che dire? Alcune belle riprese, come la passeggiata nei giardini vaticani, …..dai poteva andare peggio! Non l’ho trovato cattivo, forse non seguiva un filo preciso.

          • Paola

            Misteri del tablet… avevo scritto documentario su S. Egidio …mah!

  3. Meno male!
    Mio marito mi aveva parlato dei discordi equivoci di Bose. L’hai notato anche tu?

  4. Paola

    PS NON COMPRARE un tablet, ogni tanto ..impazzisce. E io appresso! :-D :-)

  5. Mariella Santarelli

    Santa maria madre di Dio prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte amen l’eterno riposo dona a loro o Signore splenda ad essi la luce perpetua riposino in pace gloria al padre al figlio ed allo spirito santo buona e santa giornata tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: