Cos’è la fede cattolica?

“Don Camillo” rispose con voce pacata il Cristo “non ti lasciare suggestionare dal cinema e dai giornali. Non è vero che Dio ha bisogno degli uomini: sono gli uomini che hanno bisogno di Dio. La luce esiste anche in un  mondo di ciechi. E’ stato detto –hanno gli occhi e non vedono-; la luce non si spegne se gli occhi non vedono.”  (G. Guareschi)

La definizione cattolica di fede esiste, è ben precisa, ed è questa:

LA FEDE È ASSENSO DELL’INTELLETTO ALLE VERITÀ RIVELATE.

compendium_titleCertamente in questa definizione si sottolinea il protagonismo della volontà, si parla infatti di assenso, ma nello stesso tempo si precisa che in questo assenso deve essere coinvolto anche l’intelletto.

Affidarsi totalmente a Lui significa coinvolgere l’intelligenza per aprirsi poi all’affidamento totale: si capisce con la ragione ciò che è vero, si capisce che Dio è Tutto ed è Padre, e si coglie quindi la necessità e la logica di abbandonarsi totalmente a Lui.

L’attuale cattolicesimo patisce due errori riguardo alla fede: o la fede viene concepita come pura esperienza, oppure– in maniera diametralmente opposta- come adesione solamente intellettuale.

La fede vissuta come esperienza ha certamente radici antiche, ma ha trovato terreno fertile nel rifiuto tutto moderno della metafisica tradizionale a favore di un concetto evanescente e fluido  di persona e di verità. Quando si dice che il cristianesimo non è una dottrina, ma una persona, si dimentica sempre di ricordare che il cristianesimo ha una dottrina, e come tale andrebbe conosciuto.

Nella adesione invece di tipo intellettualistico si tratta di una fede che è giudicata dalla conoscenza, e che fa di quest’ultima il criterio ultimo della salvezza dell’uomo. In questo secondo caso si tratta della pretesa del pensiero di prescindere dalla realtà e dalla sua osservazione, trasformando il reale in puro esercizio intellettuale. E’ inevitabilmente una fede di tipo spiritualista, dove il “fatto”, i “segni”, la “carnalità” del divino vengono disprezzati, le apparizioni mariane e la pietà popolare  sono guardate con diffidenza, nella presunzione che tutto questo non occorra per fondare la propria convinzione.

L’Antico Testamento, così come il Nuovo, ci ricordano però che l’intellettualismo non avvicina a Dio. Nel Libro della Sapienza sta scritto: ”i ragionamenti tortuosi allontanano da Dio”. A questo punto, qualcuno potrebbe obbiettare ricordando il famoso episodio dell’incredulità di Tommaso, come il Signore affermi: “perché mi hai veduto hai creduto, beati quelli che pur non avendo visto crederanno!”  Si tratta di un episodio che viene solitamente utilizzato per affermare come la vera fede sia quella che prescinde totalmente dal  vederedal ragionare sulla realtà che ho davanti agli occhi. E invece le cose non stanno così. L’illustre biblista Ignace de la Potterie ricordava come il verbo credere risulti sia nell’originale greco del testo, così come in latino, al passato; per cui la frase correttamente tradotta suona cosi: “beati coloro che senza aver visto hanno creduto!” Dunque Gesù rimprovera Tommaso non perché vuol vedere, ma perché non si è fidato di coloro che già avevano visto. Gesù non rimprovera il verificare, che è insito nel credere, ma l’incapacità di Tommaso di fidarsi dei suoi amici che, nella loro totalità, ormai affermavano che il Signore era risorto. Del resto, tutta la filosofia medioevale si fonda sul duplice asserto: intelligo ut credam (ragiono per credere) e credo ut intelligam (credo per ragionare). 

I due errori, egualmente gravi, fin qui descritti portano a conseguenze decisive per la nostra fede. La fede senza la ragione porta infatti al Fideismo, e questo -come bene ci insegna la storia delle idee e delle opinioni-  conduce prima o poi a contrapporre fede e ragione. La ragione senza la fede produce invece il razionalismo, che a sua volta sfocia nel laicismo e nell’incredulità, oggi tanto diffuse.

Qual è dunque la vera fede, quella autenticamente cattolica? La risposta è: l’intelligenza della fede, che si fonda sulla veracità di Dio e sulla  convinta ragionevolezza delle verità di fede; nella  certezza che queste ultime costituiscono solo il presupposto, ma non l’esito di un cammino di santità che conduce alla salvezza dell’anima nell’aldilà, e nel totale affidamento a Dio già in questa vita, sapendo che tutto dipende dalla Sua Grazia .

Un incisivo riassunto di quanto detto, sta nella Divina Commedia, dove il Sommo Poeta nella faticosa ascesa verso la contemplazione di Dio, incontra S. Pietro il quale lo sottopone ad una prova, un vero e proprio esame il cui tema è la fede. Non a caso è questo l’apostolo a cui il Maestro ha affidato la sua Chiesa, colui che camminando sulle acque era sprofondato sotto il peso del dubbio. Dopo una serie di domande sempre più incalzanti, S. Pietro giunge a chiedere a Dante dove fondi la sua certezza che ciò che sta dentro le Sacre Scritture sia vero. Splendida è la risposta di Dante: il più grande miracolo che ne conferma la veridicità è che S. Pietro entrò povero e digiuno/ in campo, a seminar la buona pianta/ che fu già vite e ora è fatta pruno.

La ragione più profonda per cui Dante crede è l’esistenza della Chiesa, ragioni solo umane non possono spiegare come essa sia cresciuta, da seme che era, se si considera la pochezza di chi la seminata e coltivata nei secoli.  (CCC da 176 a 182)

Palmiro CLERICI

Minicatechesi per l’Anno della Fede

Leggi anche:  Essere cattolico – cosa significa?

29730_120433927991834_6559528_n

Categorie: ANNUS FIDEI, Minicatechesi | Tag: , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Cos’è la fede cattolica?

  1. 61Angeloextralarge

    Ovviamente ho sgraffinato. Smack! :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: