La Messa for dummies

Don CamilloSe l’ultima volta che siete andati a messa la suora vi ha dato il lecca lecca e vi trovate nella necessità di presenziare al matrimonio\funerale\cresima\prima comunione\battesimo\ordine sacro di un parente stretto, può capitare che possiate trovarvi a disagio nell’entrare in quell’edificio che risponde al nome di chiesa e tentare di seguire il rito in larga parte misterioso che vi si svolge. La seguente è una guida rapida di sopravvivenza.

1 – Il tizio con il vestito buffo se non è vostro zio è il sacerdote, detto colloquialmente “prete”. E’ quello che fa le veci del padrone di casa, quindi è buona norma alzarsi in piedi quando entra, e fare silenzio quando parla. Per quanto possa essere interessante discutere con vostro cugino degli ultimi avvenimenti, la cosa potrebbe essere irritante per il festeggiato. Anche nel caso il festeggiato fosse defunto.

2 – Nostro Signore vi ha fatti e quindi sa come siete anche nudi, ma non è il caso di farlo sapere anche a tutti gli altri. Vestiti troppo provocanti o ricercati sono fuori luogo, e quindi dovrebbero stare fuori da quel luogo.

3 – Nelle chiese ultimamente si vede spesso un foglietto che riporta una frase tipo “Dio ti può chiamare in qualsiasi momento, ma difficilmente al cellulare. Ricordati di spegnerlo quando entri in chiesa”. E’ una regola d’oro, che risparmia momenti imbarazzanti quando l’oggetto tecnologico inizia ad emettere musichette anni ’90 nel silenzio durante il momento più raccolto, e voi prima ci mettete un minuto a capire che è il vostro, poi un altro minuto a estrarlo nella borsa e quindi finalmente rispondete ad alta voce. Se voi non lo trovate imbarazzante vi trovano imbarazzante quanti vi conoscono.

4 – Se arrivate a funzione iniziata, non mettetevi a salutare e abbracciare i parenti e gli amici, magari quelli dei primi banchi. Son sicuro che a loro farà piacere sapere che ci siete, anche se lo vengono a sapere dopo.

5 – Si può capire che non conosciate tutte le risposte alle frasi rituali del sacerdote. Almeno “Amen”, il segno della croce e il Padre Nostro dovreste ricordarli, no? Provate a dirli.

6 – Certo, l’omelia può essere noiosa. O anche interessante. Non lo saprete mai se non ascoltate. Comunque, come il resto della cerimonia, nessuno vi obbliga ad assistere. Siete lì volontariamente, non negate la stessa libertà a quelli che vi sono accanto. Rendendo loro impossibile starci.

7 – Alzarsi e sedersi è sempre complicato. Il sacerdote di solito, conoscendo i suoi polli, farà dei segni con le mani o dirà esplicitamente “in piedi” o “seduti”. Se vi sfuggisse, buttate un’occhio ai banchi laterali vicino all’altare. Spesso vi alloggiano la “pie donne”, parrocchiane che son use frequentare le cerimonie e che sono presenti anche quando la platea è composta di gente poco adusa ai sacramenti. Sono lì apposta, fate quello che fanno loro.

8 – In linea di massima, ci si alza all’inizio, si sta seduti alle letture fino all’Alleluia, si ascolta Vangelo in piedi, ci si siede per l’omelia. Se ci sono le intenzioni o il Credo di nuovo in piedi, poi seduti fino a che il sacerdote dice “In alto i cuori”. Nelle parti “Speciali” (rito del battesimo o matrimonio) si sta pure in piedi. Ci si dovrebbe inginocchiare alla consacrazione, in piedi è tollerabile ma, se le gambe vi funzionano, non seduti.

9 – Mentre distribuiscono la comunione ci si può sedere. Meglio che vi sediate, in effetti. Non tentate di prenderla per farvi vedere. Guardate che si capisce, e se non capiscono gli altri lo capisce il prete, e se non lo capisce il prete lo capisce certamente il tizio sulla croce lì dietro. Non ne vale la pena, a meno che non sia una cosa seria.

10 – Il senso della cerimonia è la cerimonia stessa, non la foto o il filmato. Il matrimonio o il battesimo durano tutta la vita, la foto raramente si guarda dopo il primo anno. Vale molto di più un bel ricordo visto con gli occhi.

Questa termina la guida. Seguitela scrupolosamente e ci sarà una possibilità di sopravvivenza…per quelli che intendono andare in chiesa seriamente.

Fonte: Berlicche 

KNA_136767_Gottesdienst_793x_

Categorie: LA SANTA MESSA | 7 commenti

Navigazione articolo

7 pensieri su “La Messa for dummies

  1. 61Angeloextralarge

    Questo post bisognerebbe stamparlo e metterne una copia nell’entrata delle nostre chiese. Smack! :-D

  2. Un promemoria niente male!
    La piccola Rachele, poco fa, è stata dimessa dall’ospedale, è guarita!!!!!! Grazie a tutti per il sostegno e la preghiera. Il Signore vi ricompensi con ogni benedizione. Un abbraccio a tutti i

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: