Don Fabrizio De Michino, giovane sacerdote napoletano, scrive al Papa prima di morire. La sua lettera:

Don Fabrizio De Michino, giovane sacerdote napoletano, scrive al Papa prima di morire. La sua lettera:

 

4566_1110965868066_2561479_n

Categorie: La Cattedrale | 11 commenti

Navigazione articolo

11 pensieri su “Don Fabrizio De Michino, giovane sacerdote napoletano, scrive al Papa prima di morire. La sua lettera:

  1. 61Angeloextralarge

    Grazie per questo post.

  2. 61angeloextralarge

    Ovviamente l’ho copiato.

  3. Luisa Cinquemani

    Ho pregato tanto per lui, lo consideravo un figlio,era semplice e gioviale, peccato che mi abbia confessato solo una volta, l’ultima volta l’ho visto di sfuggita al pronto soccorso di Villa Betania dove ero andata x un malessere di pronto soccorso. Non lo potro’ dimenticare mai!!!Mi chiedo se so pregare, perche’ non sono state efficaci le mie preghiere!!! Luisa

    • Ciao, Luisa!
      Lo credo bene che non lo dimenticherai…e come potrebbe essere altrimenti?
      Quanto vorremmo che Dio facesse sempre secondo i nostri desideri e esaudisca sempre le nostre preghiere…. Ma. grazie a Dio, non lo può fare. Non lo può fare per vari motivi, per esempio non può violare la libertà della persona, oppure non può guarire una persona perché per lei è meglio che ritorni dal Padre. Sono misteriosi i Suoi piani, ma sono sempre per il nostro bene anche se fatichiamo a crederci, la nostra sofferenza ci chiude spesso il cuore per la grazia, per comprendere almeno un po’ l’amore incommensurabile di Dio.
      Tempo lessi in un libro -ma non mi ricordo più quale- che Dio chiama una Sua creatura nel momento più santo della sua vita perché grazie alla Sua immensa misericordia non potrebbe agire altrimenti.
      Quindi, stai serena, il tuo amato don Fabrizio ora sta di un bene… e sono certa che desidera che anche tu trovi serenità e vivi con gioia la tua vita.
      Un abbraccio, Luisa!

      • Luisa Cinquemani

        Grazie per le belle parole,sono cristiana praticante ma,da essere umano a volte non mi spiego tanti perche’. Dopo tre anni di sofferenze ho perso il mio unico amore terreno, mi ha lasciata nel sonno e ancora non mene faccio una ragione,poi parlo con Gesu’ e, mi dico sia fatta la Tua volonta’,Pensa che in 40 anni di matrimonio non ci addormentavamo se non dopo il bacio della buonanotte,anche quando stava male,sono trascorsi 2 anni dal suo viaggio per andare da Gesu e ancora non mi sembra ieri.

        • Oh…qui ti comprendo tanto. Mio marito non è morto, grazie a Dio, ma stava per morire. Cosa avevo provato in quei mesi, tu lo puoi ben immaginare, ma è ancora vivo. Quante volte mi svegliavo in mezzo della notte per controllare se respirasse ancora. Mi ha segnato profondamente e credo di aver perso qualche anno di vita per la preoccupazione. Eppure Dio mi è stato tanto vicino, ma proprio tanto. Ma i nostri sentimenti sono umani, anche Lui piangeva per la morte di Lazzaro ed è comprensibile che tu ancora oggi stai soffrendo. Ti includo nella preghiera, Luisa. :)

  4. Luisa Cinquemani

    Mi piace Colloquiare con te (o con Lei)!!!!!!

  5. Luisa Cinquemani

    Poi Don Fabrizio era Speciale, sono convinta che sia lui che Giulio siano gia’ al fianco di Gesu!!! ciao Luisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: