La scelta

Mi pentii quasi subito,

prima che la superbia mi occludesse la sete

invece di aprirmi all’arsura …

ma fui anche disperato

e gettai via le monete,

ed impastai il coraggio e la paura

con la malta dell’orgoglio,

del mio peccato,

a sovrapporre mattone su mattone …

 

un susseguirsi di errori,

come il battistrada di una ruota,

ininterrotto …

prigioniero com’ero di quell’arcano disegno,

di quell’amaro boccone …

 

io, moderno iscariota,

a costruire un muro divisorio,

per chiudere col passato

o per proteggermi dalla speranza …

 

come se non fossi stato perdonato, per davvero,

e la misericordia fosse ancora legata a un sacrificio,

a una mera conquista,

e non piuttosto un dono …

 

che a stento riconoscevo il mio prossimo

e non capivo l’amore vicendevole,

quel “rimettere i debiti”,

quella trave che mi offuscava la vista,

richiedere e concedere il perdono …

 

solo, davanti al muro,

perdendo di vista l’essenziale …

alla fine fu solo per salirci

con un nodo scorsoio …

 

fino a quando mi invitasti a scendere,

paziente come sempre,

e mi aspettasti cinto da un asciugatoio

per lavarmi i piedi,

di nuovo,

dietro la grata di un confessionale …

 

il volto della Tua misericordia …

 

senza forzare,

lasciando a me la scelta

se baciarti ancora

o seguirti sul cammino della croce …

(Crescenzo)judasconfessione2%5B1%5D[1]

Categorie: La Cattedrale | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “La scelta

  1. Anna

    Bello davvero! E io continuo a chiederti, Crescenzo, che fine ha fatto Karin…..

  2. ciao Anna, grazie, Karin ha dei problemi con la connessione ad Internet … tornerà quanto prima :)

  3. Anna

    Perdonami ‘Crescenzo’ o Karin, ma la connessione a Internet funziona…visto che sul sito Facebook và……..anche se pure là non ci sono risposte. Più semplice chiudere tutto e salutare chi era amico del blog, mica si è obbligati a continuare! Perdonami se sono un po’ polemica…ma possono essere svariati i motivi per cui non si continua più e non si è certo obbligati a farlo o a renderne conto, ti pare?

    • Ciao, Anna!
      I problemi sono vari, ma ci sono.
      In primo luogo, su Fb rispondo sempre e se non l’ho fatto con te, significa che nulla ho ricevuto, non saprei il perché. Per Fb mi era possibile usare il cellulare, ma il blog non riuscivo a visualizzare e quindi non rispondere.
      Con il trasloco abbiamo anche cambiato gestore della linea internet e ci è voluto più tempo del previsto per ristabilire tutto, dall’altro ieri, finalmente, posso usare internet attraverso il computer.
      Sai che cosa potrebbe significare per me di chiudere il blog dopo che ho investito tempo, dolore e gioia (tanta) in questo piccolo pezzo che fa rete? Non ci penso neanche, e tornerò a pubblicare, a rispondere. Ancora un po’ di pazienza, ma ci sono.
      Intanto ringrazio di cuore Crescenzo che ha tenuto in vita questo pezzo del mio cuore, che è il blog.
      Un caro saluto,
      Karin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: